Ristoro CG, Federmetano ha chiesto 2,5 mln di euro a fondo perduto

Ristoro CG, Federmetano ha chiesto 2,5 mln di euro a fondo perduto.

Per la Legge di Bilancio e il Decreto Ristori l’Associazione ha proposto l’azzeramento della tariffa fissa legata al costo della Capacità Giornaliera (CG), per un periodo pari ai 60 giorni dello scorso lockdown, da metà marzo a metà maggio 2020. La richiesta è stata ripresa dagli emendamenti al Decreto Ristori presentati dai Senatori Dieter Steger e Gianni Pittella.

Negli ultimi mesi Federmetano è stata protagonista di un incessante dialogo e diversi incontri a livello ministeriale e parlamentare, al fine di ottenere specifiche misure a sostegno del settore e intervenire su Decreto Ristori e Legge di Bilancio. Una delle questioni cardine che Federmetano ha portato avanti, sin da marzo 2020, è quella riguardante il ristoro della CG.

Nello specifico l’Associazione ha chiesto 2,5 mln di euro, a fondo perduto, per l’azzeramento (per un periodo pari ai 60 giorni dello scorso lockdown, da metà marzo a metà maggio 2020) della tariffa fissa legata al costo della Capacità Giornaliera (CG) prenotata all’inizio dell’Anno Termico e che gli shipper (utenti del trasporto – fornitori) pagano mensilmente ai Trasportatori, in maniera tale che l’azzeramento potesse essere poi applicato dagli shipper ai clienti finali, ovvero ai distributori stradali che vendono metano per autotrazione. Costi che, nel periodo sopra indicato, hanno inciso in modo fisso e non proporzionato alle reali vendite, quasi azzerate durante il lockdown. Ricordiamo, infatti, che le stringenti misure circa la mobilità delle persone, adottate per fronteggiare l’emergenza sanitaria, hanno avuto ripercussioni sulle vendite dei distributori stradali di CNG, con cali fino al 95%, a fronte di immutate spese di gestione del personale. Personale che ha dovuto presidiare gli impianti, poiché la vendita del gas naturale per autotrazione rientra tra i servizi di pubblica utilità ed è ancora esercita nella quasi totalità dei casi senza il self-service, giova ricordare che il relativo tutorial è disponibile online da circa un mese.

I Senatori Dieter Steger e Gianni Pittella hanno presentato degli emendamenti al Decreto Ristori che tengono conto della richiesta di Federmetano e in cui si dichiara che:

“Al fine di sostenere i soggetti colpiti dall’emergenza epidemiologica COVID-19, ai distributori di gas naturale per autotrazione, è riconosciuto un contributo a fondo perduto, nel limite di spesa di 2,5 milioni di euro per l’anno 2021, per un importo pari ai costi sostenuti per ciascuna azienda – per il periodo pari a 60 giorni (da metà marzo a metà maggio 2020) – della tariffa fissa per la capacità giornaliera prenotata all’inizio dell’anno termico fissata da Delibera 28 marzo 2019 114/2019/R/gas dell’autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. Agli oneri derivanti dal presente articolo, pari a 2,5 milioni di euro per l’anno 2021, si provvede mediante corrispondente riduzione delle risorse del Fondo per le esigenze indifferibili di cui all’articolo 1, comma 199, della legge 23 dicembre 2014, n. 190″.


Allegato:

Comunicato stampa


RASSEGNA STAMPA

Link:

– staffettaonline.com: Metano auto, Federmetano: bene emendamento al DL Ristori, del 01-12-2020

Allegato:

– Staffetta Quotidiana: Metano auto, Federmetano: bene emendamento al DL Ristori, del 01-12-2020


 

Argomenti correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella COOKIE POLICY. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la COOKIE POLICY. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi