A Palermo circolano 38 nuovi autobus a metano

L’AMAT S.p.A., società concessionaria del trasporto gommato e su rotaia della città metropolitana di Palermo, ha presentato i veicoli di ultima generazione acquistati con fondi MIT e Comune. Il 19 gennaio 2018 sono entrati in servizio nel capoluogo siciliano 38 nuovi bus UrbanWay Iveco con motorizzazione euro 6 alimentati a metano.

Si tratta della prima fornitura di autobus arrivata nel deposito Amat di via Roccazzo su un totale di 89 bus – tutti in consegna entro gennaio – suddivisi in quattro lotti e destinati a rinforzare il parco dei mezzi circolanti dell’azienda palermitana di trasporto pubblico.

Al momento il parco macchine dell’Amat è composto di 403 autobus, con un’età media di 12,5 anni. Entro il 2019 si aggiungeranno 139 nuovi bus, in sostituzione di altrettanti mezzi, che faranno scendere l’età media a poco meno di 7 anni.

L’importo per l’acquisto dell’intera fornitura di 89 bus ammonta a circa 22 milioni di euro, di cui l’80 per cento è finanziato dal Ministero dei Trasporti, mentre per il restante 20 per cento, circa 4 milioni di euro, con risorse di Amat.

Il primo lotto prevede l’acquisto di due autobus a gasolio di circa 7 metri, Iveco “50C18 Car Ind”, forniti dalla Sivibus (€207.800); il secondo lotto riguarda 39 autobus a gasolio di 10 metri denominati “CityMood 10”, forniti dalla Industria Italiana Autobus (€8.385.000); il terzo lotto fa capo a 38 autobus di 12 metri a metano, “UrbanWay”, forniti dalla IrisBus (€10.241.000). Infine il quarto lotto: 10 snodati da 18 metri a gasolio, “CityMood 18”, forniti dalla Industria Italiana Autobus (€3.005.000).

“La mobilità è sempre più la bandiera di questa città, che ci porta ad essere accoglienti, ad essere una città turistica, ad avere moderni servizi di gommato e di ferrato. L’arrivo dei nuovi bus, oltre a essere un rafforzamento delle attuali tratte, si trasforma in un incentivo a passare dall’auto privata al mezzo pubblico e a garantire la vivibilità della città che sta conoscendo l’esperienza positiva delle isole pedonali” – ha affermato il sindaco Leoluca Orlando.

“I nuovi mezzi dell’Amat contribuiscono all’esigenza di decoro e di efficienza di un servizio essenziale per la mobilità cittadina – ha sottolineato Musumeci La Regione ha reso possibile il finanziamento di 22 milioni, grazie ai fondi del Ministero dei Trasporti e del Comune di Palermo. 89 bus sono davvero una bella novità per il parco vetture dell’Amat. Adesso dobbiamo lavorare per consolidare le infrastrutture nell’isola. Ci sarà un incontro con i sindaci delle isole minori per parlare di trasporti marittimi e stiamo esaminando con il Comune di Palermo la possibilità di poter modificare il percorso nel centro storico, nei pressi del Palazzo Reale e palazzo D’Orleans. E’ una sorta di sfida che con il sindaco Orlando stiamo mettendo in campo”.

“Un  finanziamento che si è realizzato, 22 milioni di euro a favore della città, per rendere il trasporto pubblico locale più sicuro e anche più comodo – ha concluso Michele Cimino, Presidente AMAT questi mezzi sostituiranno gli autobus da alienare. Nella nuova programmazione, inoltre, stiamo ragionando con il Comune sulla possibilità di aumento della percorrenza chilometrica in termini di rete”.


Allegato:

Comunicato stampa Amat S.p.A.


Stampa

Argomenti correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella COOKIE POLICY. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la COOKIE POLICY. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi